La COT è sempre attenta a garantire uno sviluppo territoriale dedicato alla sanità e al tempo stesso al mondo del lavoro. Il Dott. Marco Ferlazzo ha già partecipato a una riunione a Palermo nel quale è stato invitato in qualità di Presidente dell’AIOP Sicilia e nella quale è stato presentato un progetto pilota per rendere partecipe i giovani studenti liceali della vita dentro una struttura ospedaliera privata.

L’aria del nuovo progetto e la voglia continua di evitare quanto più possibile la fuga dei cervelli dalla regione Sicilia ha spinto il direttivo della COT a spingere su un altro fronte: far partire un’iniziativa direttamente dentro la struttura della COT che va a coinvolgere i giovani laureati che hanno interesse a vivere in piena consapevolezza la sanità privata  e, al tempo stesso, dedicarsi con più attenzione al flusso di lavoro che viene definito “quality management nei servizi sanitari

Master in Quality Management nei Servizi Sanitari

In cosa consiste il Master in Quality Management e quali sono gli Enti coinvolti?

Il Master di I livello in Quality Management, di cui la COT è stato uno dei promotori, vede coinvolti sia l’Università di Messina sia la Regione Siciliana e sarà finanziato attraverso l’avviso 5/2018.

L’esperienza sarà volta a far toccare con mano e capire quali sono le dinamiche di gestione interne alle strutture sanitarie primarie e a coinvolgere in prima persona gli studenti universitari di alto profilo che hanno la voglia e la passione verso la conoscenza di un mondo che ancora oggi è poco conosciuto.

Sarà dedicato a studenti universitari di  facoltà come ingegneria, medicina, farmacia, scienze infermieristiche. Una delle priorità? Abbassare drasticamente il numero dei cervelli in fuga dalla nostra Regione.

La COT ha un ruolo prioritario (non esclusivo) ed è attualmente l’ente destinato alla formazione e al contratto di alto apprendistato dei giovani che prenderanno parte al progetto.

Questo coinvolgimento di più enti e la partecipazione attiva dei giovani siciliani, rappresenta oggi una ascolta nel campo degli ospedali privati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti ma non di profilazione, in quanto necessari al suo funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella informativa sui cookie. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più, o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra informativa estesa Cookie policy